Accesso utente

Calcolo IMU

Informativa Privacy

Informativa, art. 13 del D.Lgs. 196/2003
 
Nessun trattamento di dati personali viene svolto in seguito al semplice accesso a questo Sito.
Alcune informazioni possono essere richieste per l'accesso ad alcuni servizi qualificati.
Leggi al seguente link l’informativa per il trattamento dei dati personali

Amm trasparente

Per non dimenticare Zio Peppuccio e tutti gli altri scomparsi

Da "CIOCIARIA OGGI" del 20 maggio 2012
 
Il ricordo di Giuseppe Ruggiero, l'anziano scomparso un anno fa, è diventata, ieri pomeriggio, lìoccasione per ricordare nella piazza del piccolo centro gli scomparsi di tutta Italia e per fare appello alle istituzioni affinchè ognuna, per quanto le compete lavori, in quanto non è giusto e non è naturale che le famiglie si 'rassegnino' alla scomparsa improvvisa dei loro congiunti.
Su questo ha riflettuto il discorso di Pietro Orlandi, fratello della 15enne scomparsa in Vaticano nel 1983:<Ogni volta che partecipo a manifestazioni di questo genere, ma anche a quelle che riguardano la lotta alle mafie, sento la solidarietà di tante persone, segno che c'è desiderio di verità e di gistizia, ma anche - ha aggiunto - che questi principi fondamentali mancano dalla nostra società. Noi non accettiamo passivamente la scomparsa di Emanuela, e non accettiamo che ci chiedano di rassegnarci la Chiesa o le istituzioni. La marcia che ho programmato per il prossimo 27 maggio - ha concluso - di mobilitazione per la giustizia e la verità non è solo per accendere i riflettori ancora una volta su mia sorella, ma in generale per il riconoscimento della dignità di ciascuno in questo Paese>.
Pietro Orlandi ha partecipato alla giornata insieme alla sorelli Natalina, Presidente dell'Associazione "Penelope Lazio": <Quando pensiamo ad Emanuela, la vediamo sempre 15enne - ha detto - e sentiamo ancora un senso di soffocamento, che va via per un po' solo quando ne parliamo e ci confortiamo con chi vive la nostra stessa condizione>.
Parlarne è fondamentale, ha spiegato il dottor Vaudo dell'Associazione deglli psicologi per i popoli; non perdere la speranza della vita è un dovere colletivo, ha ribadito il vicario foraneo Don Simone Di Vito. E ne hanno parlato, ieri, di fronte ad una folta platea costituita da tanticittadini e da Carabinieri (in testa il Capitano della Compagnia di Pontecorvo Di Carlo), Polizia, protezione civile, GdF, Forestale, Cai,CRI,unità cinofile e cacciatori, i familiari di alcuni scomparsi, come la mamma di Francesco De Sanctis, il padre di Serena Mollicone e le sorella di Marilena Gregori, che hanno condiviso il dolore della scomparsa, i disagi burocratici, il sentirsi 'abbandonati', come hanno sottolineato i papà Arduini e Mollicone.
E naturalmente ha parlato, confortato dalla presenza dell'avvocato Mastantuono, Antonio Ruggiero, figlio dell'anziano di Coreno, che, ricordando l'ultimo giorno che il suo papà ha trascorso con i suoi cari, ha detto:<il mio 'grazie' va all'associazione Penelope che ci dà un grandissimo sostegno per andare avanti, anche se per noi il tempo si è fermato da un anno, a chi insieme a noi ha cercato mio padre per giorni e giorni, al Sindaco che non ci ha mai fatto mancare la sua vicinanza. Se ci saranno dei risvolti - ha aggiunto - , vincolati per il momento dal segreto istruttorio, saranno stati dovuti alla nostria caparbia, alla tenacia dei Carabinieri e all'attenzione della Procura di Cassino alla quale abbiamo presentato la denuncia, palesando il dubbio che papà non si sarebbe mai allontanato volontariamente>.
<Questa giornata serve a sensibilizzare l'opinione pubblica su un tema che non può essere considerato solo un fatto privato, a stimolare nuove ricerche e nuova attenzione da parte degli enti competenti, a ringraziare quanti hanno collaborato e collaborano continuamente con le ricerche - ha chiosato il Sindaco Domenico Corte - , perchè, dopo i primi giorni, c'è un calo quasi naturale dell'attenzione sui casi si scomparsa, ma le istituzioni devono essere consapevoli che per  i familiari si muore un po' ogni giorno>.
All'evento ha preso parte il giornalista di 'Chi l'ha visto' Fiore De Rienzo, che ha rivendicato l'importanza della trasmissione televisiva di RaiTre di fungere da sprone in molti casi all'accellerazione delle indagini.
Presente in prima fila anche la moglie di Peppuccio: <Mi sembra di vederlo camminare sempre davanti a me>.
 
il servizio di "Chi l'ha visto" del 23 maggio 2012: http://www.youtube.com/watch?v=DIO89ck3tGc&feature=youtube_gdata_player
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

0
false

18 pt
18 pt
0
0

false
false
false

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:"Table Normal";
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:"";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:12.0pt;
font-family:"Times New Roman";
mso-ascii-font-family:Cambria;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:"Times New Roman";
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Cambria;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:"Times New Roman";
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;}

 
 

 

Locandina Evento: 

Counter

  • Site Counter: 1,505,593
  • Unique Visitor: 88,563
  • Registered Users: 281
  • Since: 2011-01-11 17:33:06
  • Visitors:
  • Today: 457
    This week: 3289
    This month: 11392
    This year: 206630

Marketing Territoriale

Portale di Marketing Territoriale

Associazione SERAF

Associazione SERAF