Accesso utente

Calcolo IMU

Informativa Privacy

Informativa, art. 13 del D.Lgs. 196/2003
 
Nessun trattamento di dati personali viene svolto in seguito al semplice accesso a questo Sito.
Alcune informazioni possono essere richieste per l'accesso ad alcuni servizi qualificati.
Leggi al seguente link l’informativa per il trattamento dei dati personali

Amm trasparente

TERZA GIORNATA DELLA DONNA


Da 'Ciociaria Oggi' del 13/03/2012
Essere donne durante i difficili anni della guerra e in quelli appena un po’ più ottimisti del dopoguerra; scegliere di emigrare in Germania, e, cinquant’anni dopo, di immigrare in Italia: una corenese e una romena con lo stesso sogno di cambiare vita; adottare due fratellini russi; essere insieme donna, mamma e lavoratrice precaria nel terzo millennio; essere stata, e continuare a sentirsi, una ‘maestra mamma’; aver capito che le donne hanno maggiore forza per affrontare i dolori e i mali della vita. Otto esperienze, otto vite: tutto questo hanno rappresentato le signore che domenica si sono confrontate nella sala polivalente in occasione della ‘Terza giornata della Donna’ organizzata dall’Amministrazione comunale e coordinata dalla signora Eleonora Massimo affiancata da Margherita Di Vito e da un manipolo di altre donne (Domenica, Angela, Catia, Anna, Margherita, Marina, Maria, Raffaela), e dalle cittadine che hanno allestito il buffet finale. Protagoniste delle interviste realizzate da Nicoletta Di Bello sono state le signore Antonia e Giuseppina Ruggiero, Maria Fernandez, Nicoleta Custura, Maria Urgera, Sonia Di Vito, Anna Di Vetta e Clotilde Serrone, che hanno raccontato otto ‘tipi’ di donne diverse, accomunate dal fatto che le donne rappresentano quotidianamente e continuamente tanti aspetti del vivere, in famiglia, nella società, al lavoro. Nata tre anni fa per trasmettere il messaggio che l’otto marzo è molto più di una mimosa, la Giornata della Donna, si è trasformata in un vero e proprio momento di riflessione sul ruolo ‘dell’altra metà del cielo’, ma anche di denuncia di quanto resta da fare, come ha sottolineato, intervenendo alla serata, il poeta locale Giuseppe Quirino. Quest’anno, inoltre, la manifestazione, salutata dall’assessore alla Cultura Francesco Lavalle e dal sindaco Domenico Corte, oltre che dal sindaco e dal vicesindaco del baby consiglio comunale, i piccoli Luca Costanzo e Daniela Coreno, ha visto la presenza degli alunni delle classi seconda e terza della scuola media, che, accompagnati dalla preside Fernanda Maria Carbone e dai loro insegnanti, hanno esposto alcuni lavori: i cartelloni della seconda media sono stati illustrati da Federica Di Vito, mentre Maria Antonietta Costanzo, Erica Parente, Alessandra Garofalo, Anna Civita Costanzo, Francesca Di Fante e Flavia Di Siena, della terza, hanno letto poesie e temi.
Pregevole, inoltre, per la prima volta, la partecipazione delle allieve di pianoforte della professoressa Marisa Castelli Zangrossi: Maria Luigia Antonilli ha eseguito il ‘Valzer dei bambini’ di Cagnacci e ‘Il negretto’ di Diabelli; Margherita Parente ‘Il primo dolore’ di Chuman e ‘La barcarola’ di Mendelson; Pina Palazzo ‘Il valzer charmant’ di Bossi. La serata si è conclusa con la distribuzione di rametti di mimosa a tutte le donne presenti.     

Counter

  • Site Counter: 1,504,176
  • Unique Visitor: 88,511
  • Registered Users: 281
  • Since: 2011-01-11 17:33:06
  • Visitors:
  • Today: 294
    This week: 2877
    This month: 9992
    This year: 205230

Marketing Territoriale

Portale di Marketing Territoriale

Associazione SERAF

Associazione SERAF